Erberto Carboni

Erberto Carboni è stato un architetto, designer e pubblicitario italiano.

Precursore delle campagne pubblicitarie italiane, legò il suo nome a celebri slogan "È sempre l'ora dei Pavesini". Strinse un forte legame con la Rai per la quale creò celebri loghi e le prime sigle televisive.

Erberto Carboni esordisce negli anni venti e, per una parte della sua attività, pratica l’utilizzo di tecniche come la fotografia e il fotomontaggio, che per il periodo storico di competenza erano relativamente “nuove”.

Nel 1921, subito dopo aver conseguito il diploma all'Istituto di Belle Arti Paolo Toschi di Parma[5] esordì come caricaturista, sul periodico umoristico locale La puntura, con lo pseudonimo di Lince. Poi si occupò di grafica pubblicitaria e cominciò la sua attività di illustratore, collaborando a varie riviste, come Lidel, Novella, Il Dramma, Emporium, Le grandi firme.[6] In seguito realizzò illustrazioni per riviste quali L'ufficio moderno, La Lettura, La Rivista illustrata del Popolo d'Italia, Natura e Snia Viscosa.

(Da Wikipedia)

Sua è la realizzazione dell'"Antenna dei cento anni", totem che, all'interno di Italia 61, visualizzava uno per uno i cento anni dell'Italia unita.