Archivio Storico Fiat

Nato nel 1963, sull'onda dell'entusiasmo per le manifestazioni del centenario dell'unità d'Italia, il Centro Storico conserva al suo interno alcuni modelli della produzione Fiat: automobili, un aeroplano, un trattore, una littorina, biciclette, lavatrici, frigoriferi, motori marini e modellini originali di autovetture, camion, macchine movimento terra. Oltre all'esposizione dei prodotti del marchio, il museo propone l'allestimento di una delle prime officine, la ricostruzione della catena di montaggio di Mirafiori, il riadattamento dell'ufficio dell'ing. Dante Giacosa ed, infine, un'importante collezione di bozzetti e manifesti pubblicitari e piu' di 100 modellini di automobili, trattori, camion, aerei, navi e sommergibili. Nel 1999, in occasione dei 100 anni Fiat, l'allestimento e' stato completamente riprogettato dagli architetti Gabetti e Isola.


L'Archivio Storico e' sorto nel 1984, prima come semplice progetto, poi come ente aziendale a tutti gli effetti. Nei primi anni di vita l'Archivio ha promosso l'obiettivo di raccogliere e salvaguardare un ricco patrimonio di documenti, fotografie e materiale tecnico dislocato presso stabilimenti enti e societa' diverse in tutta Italia, individuando complessivamente piu' di 40 fondi archivistici. Negli ultimi 15 anni di attivita' l'Archivio Storico Fiat, oltre a promuovere lo studio e la ricerca sulla Storia della Fiat e dell'industria, ha continuato a crescere ed attualmente la consistenza del materiale e' di circa 5000 ml di documenti cartacei, 300.000 disegni tecnici, 5000 tra volumi e riviste di automobilismo e storia industriale e piu' di 6 milioni di immagini (stampe, diacolor, lastre e negativi). La recente ristrutturazione dell'Archivio Storico Fiat ha inoltre permesso di ampliare notevolmente gli spazi destinati alla conservazione e valorizzazione del patrimonio documentale e fotografico della Fiat.

Con la nuova organizzazione degli spazi si e' passati dai circa 2.300 metri lineari agli attuali 9.400 metri lineari di scaffalature che permetteranno in futuro di riunire in un'unica sede il materiale archivistico.

In seguito alle operazioni di accorpamento seguiranno interventi di riordino e schedatura informatizzata della documentazione, per consentire a breve a studiosi e ricercatori di poter consultare agevolmente il ricco patrimonio storico della Fiat.

Dal 2008, archivio e museo, sono stati unificati dal punto di vista organizzativo, integrando la parte espositiva e divulgativa, a quella di conservazione ed inventariazione della memoria aziendale. Una delle attivita' principali dell'Associazione Amici di Italia 61 e' quella di ricercare nei vari archivi storici, materiale o documentazione sulle celebrazioni del centenario dell'Unita' d'Italia realizzate nel 1961 a Torino.

Partendo da questo punto focale ho stilato un elenco degli archivi che avrebbero potuto contenere del materiale attinente questa importantissima manifestazione. Il primo ad essere inserito e' stato quello della Fiat, in primis perche' l'avvocato Gianni Agnelli era il Presidente dell'E.I.L. ma anche perche' molti autorevoli personaggi legati o dipendenti della casa automobilistica torinese vi presero parte contribuendone alla buona riuscita; inoltre la stessa azienda vi partecipo' in maniera considerevole finanziando l'arrivo di Walt Disney e della sua ultima creazione, "il Circarama" di Torino.

Si ringrazia per l'importante attivita' di scansione e di ricerca svolta all'interno della Fiat i soci Massimiliano Casula, Ernesto Guazzotto, Laura Valle ed Andrea Sandrone. Il Vice-Presidente Mario Abrate per la pubblicazione sul sito ed il Presidente Piero D'Alessandro per il supporto.

E' fondamentale ringranziare l'Archivio e Centro Storico della Fiat nelle persone di Maurizio Torchio, Alberta Simonis e Pierpaolo Righero.

Nulla sarebbe stato possibile senza il fondamentale sostegno del Direttivo dell'associazione.


Michele Oliveto